lunedì, ottobre 06, 2008

My Self

Io ci lavorerei dentro al Self.
Anzi no, ci andrei proprio a vivere.
Non so perchè mi manda fuori quel negozio. Ma è solo il Self, perchè il Brico ad esempio non mi fa lo stesso effetto. Nemmeno l'Ikea o altri similnegozietti di bricolage e fai da te.
Oggi sono andata al Self e quando sono entrata il mio cuore si è illuminato d'immenso.
A me basta poco per rendermi felice. Non ti chiedo di portarmi a comprare le scarpe, o a fare shopping, o dal parrucchiere, o di regalarmi la borsa firmata, o di portarmi al lago, o a sciare, o , o , o. A me basta andare al Self.
Tipo oggi gurdavo i trapani e le punte per fare i buchi nel legno.
e già avevo costruito una libreria.
Poi mi sono messa a guardare delle specie di stecche di metallo che quando le sfilavano mi veniva la pelle d'oca alta un km. E mi sono immaginata i miei supporti per le lampade che non realizzerò mai.
Poi ho visto dei trucioli di spugna e ho immaginato i miei paraspifferi fatti a mano. Che farò. Non ora, ma li farò.
Poi ho visto le rotelle. Si le ruote, perchè voglio mettere le ruote allo stendino che mi stanco a sollevarlo.
Quando vado al Self giro tutti i reparti, anche quelli delle viti, quelli delle vernici, quelli delle tende, dei portacose in bagno. Peggio che al supermarket.

Poi ho immaginato di lavorare lì e io sono certa che mi ricorderei dove sono tutte le cose. Perfettamente. Perchè io ho una pessima memoria, tipo che oggi sono andata dal dentista e ho sbagliato giorno perchè l'appuntamento è lunedì prossimo, ma quella visiva funziona bene (vabbè magari non mi ricordo che alcuni miei amici e parenti hanno il pizzetto da quando li conosco ma è uguale). La mia memoria è allenata dal mio lato disordinato. Tipo che io so ad esempio che i due pezzi del mio nuovo aspirapolvere si trovano in un contenitore nero e bordeux che sta sopra la tv della signora F. che è in camera da letto per terra vicino al letto e sopra il contenitore ci sono una felpa blu una rivista uno scontrino e una busta di plastica trasparente.
Sarei la commessa piu' sorridente di tutto il Self.
Sono sicura che i clienti verrebbero a cercarmi...
"Spetta Matilde, cerchiamo quella signorina che sa dove sono tutte le cose"

3 commenti:

sottiletta ha detto...

mamma mia, no! io lo detesto il self, sia come è strutturato che come odore...ci andavo spesso da bambina, ora saranno anni che non ci metto piede! :)

Anonimo ha detto...

patty.
metti a posto il blog

the muffin woman vale ha detto...

ho solo messo dei colori della stessa tonalità.
penso a un header