martedì, settembre 08, 2009

La vera storia di Cenerentola.

C'era una volta una principessa che si chiamava Cenerentola.
Ceneré per gli amici.

Rimase orfana di madre e il padre si risposò con una donna frustrata che pensava solo ai cazzi suoi e alle sue figlie brutte come due racchie.
Ceneré sgobbava dalla mattina alla sera, portava colazioni a letto, faceva il bucato, stirava, stendeva, con la differenza con non veniva pagata nemmeno in nero.
Siccome in casa non la cagava nessuno, cominciò a dare di testa e si mise a parlare con gli uccelletti che le cagavano sul davanzale la mattina.
Un giorno arrivò notizia che il principe del paese di fianco avrebbe fatto una mega festa.
E la matrigna, stronza, le diede talmente tanta roba da fare in casa che Ceneré ne avrebbe avuto per i prossimi cento anni.
Ma siccome Ceneré é una testa di cavolo, se ne frega e va lo stesso alla festa.
Lì incontra Azzurro. Azzu per gli amici.
Azzu s'era appena lasciato con Biancaneve perchè era imparanoiata con sta storia delle mele, e prima ancora aveva avuto una storia con la Bella Addormentata, ma era veramente troppo addormentata, e poi voleva Fiona per farsi delle storie, ma alla fine voleva anche Cenerentola e sti cazzi.
Lui la vede, ballano insieme, poi le dice "Ti lascio il mio numero" e guarda un pò?? si somma agli altri cretini che le lasciano il numero e si defilano.
Lei, che é già in ritardo, sempre in ritardo, tutta la vita in ritardo, andando via, perde una scarpetta.
Uno zoccoletto estivo di legno con la fascetta verde mela, n.37 comprato a 15,00 euro, l'affarone dell'estate.
Azzu la vede, ma la scansa con un piede.
Poi passa la direttrice del castello, la raccoglie, la mette in un sacchetto e la da al Cuoco del palazzo, che fra l'altro aveva già avuto un flirt intenso con Ceneré.
Però ora flirta con un'altra. E' che Ceneré lo aveva mandato via, perchè c'aveva la testa piena di stronzate. Anche ora in realtà ce le ha. Lui pure era incasinato. Troppo incasinato.
Ceneré é una che ne ha passate, ora non le viene tanto bene affezionarsi.
Poi è una che arriva in ritardo.
Ovunque, dovunque e comunque.

E stasera per consolarsi, si metterà i suoi zoccoli verdi e si mangerà le scatolette di tonno (che le ha lasciato il cuoco insieme alle scarpe).
Tonno che non digerisce nemmeno bene. Come i peperoni.

E come l'idea che lui, lui, ora cucini per un'altra.
Fine della storia.

27 commenti:

Anonimo ha detto...

Io a quella cenerè direi che le sta un pò bene. Senti cenerè non fare la vittima che cucini e che sgobbi tutto il di e poi quando capità l'occasione scappi via con la scusa del ritardo.
Il principe è un pò stronzo, è vero.
ma magari il cuoco reale non lo era e ora se la fa con quella li del villaggio. beh che è forse è meglio cosi, visto che il cuoco doveva cucinare per troppa gente. Secondo me cenerè non ha ancora capito che il principe azzurro se la tira troppo..

thecatisonthetable ha detto...

A me, i cuochi che cucinano per le altre me le fanno girare.

E se ci figliano purem, son mulini a vento.

Sgrunt.

Gira lammmoda... uhnz uhnz... Gira lammmmoda... uhnz uhnz...se tu giri ti diverti di pppppiùùùùùù

eppifemili ha detto...

ESILARANTE!!

mi hai fatto ammazzare dalle risate!!

soprattutto la fine della storia!!

:)

ahahah
rido.

Clelia ha detto...

povera cenerè... sfgata fno in fondo...

ps. troppo simpatica la storia

Clelia

Balza ha detto...

:))
Cenerè...ogni villaggio ha il suo castello, con il suo principe, con il suo cuoco...prima o poi..:))

Poi magari trova il suo cuoco-principe in un rospo..che provi a baciare qualche rospo..(qualche rospo ho detto, non qualche cretino)

the muffin woman pat ha detto...

Anonimo
lo so. glielo dico pure io.
e comunque tu, troppe cose sai.
....

cat
io spero non ci figli, ma le vie del signore sono infinite. anzi, sono finite :))
pagherei per rivedere la sigla.

eppi
benvenuta:)
grazie per esserti unita:)
le storie qui non finiscono mai:)

clelia
ceneré sta pensando di fare un bell'album di figurine con questi principi:)

balza,o balza
sul m io comodino giace un libro dal titolo "come riconoscere il prinicipe azzurro, senza baciare prima tutti i rospi"
come la mettiamo????

eppima quanto sono diventata brava con i tag?

the muffin woman pat ha detto...

ecco appunto. chi si loda si imbroda

la duchessa ha detto...

Dice il saggio: "devi baciare molti rospi, prima di trovare il principe azzurro"...
E poi, a Cenerè, Azzu mi sa proprio di tronista non è il tuo genere...e poi che vuoi dal cuoco se gli hai dato il due di picche??? che si chiuda in convento??? ...Non sarebbe meglio proporgli di insegnarti a cucinare????

the muffin woman pat ha detto...

duchessa
cavolo vero. il genere azzu pare proprio quello del tronista.
dal cuoco non voglio nulla, è solo il mio senso del possesso che si mescola con i rimpianti.
ho perso il treno.
ora faccio un reclamo a trenitalia ch emi traveste gli eurocity da espressi

Anonimo ha detto...

troverai il tuo principe il giorno che ti accorgerai di essere ormai una donna.

the muffin woman pat ha detto...

anonimo
me ne sono già accorta, visto che mi danno tutti del Lei ¬____¬''''

la duchessa ha detto...

E non ti chiamano "signora"?? :-D

the muffin woman pat ha detto...

duchessa
sono giunta alla conclusione che devono aver introdotto sul mercato nuove regole commerciali.
per cui tutte le donne devono essere chiamate Signora.
si è così, ne sono certa:))))

la duchessa ha detto...

In realtà è proprio così! Io sobbalzavo sempre quando mi chiamavano SIGNORA e facevo la voce della Signorina Carlo (te la ricordi la Marchesini?) e rispondevo SONO SIGNORINA!

the muffin woman pat ha detto...

io invece rispondo:
Se mi chiami ancora una volta signora non vengo mai più a comprare qui :)

giardigno65 ha detto...

Non ci si può fidare troppo dei cuochi eppoi solo il tonno è INSUPERABILE"

the muffin woman pat ha detto...

vero.
ti prendono solo per la gola:)

Alberto ha detto...

Cenerè, io ho una casa grande. Se vuoi c'è posto anche per te e puoi fare tutti cazzi che vuoi senza dare fastidio a nessuno.

Mai sa che lo stampo questo racconto e poi lo lascio in giro. Ciao.

Anonimo ha detto...

spe
siamo due anonimi diversi. io sono anonimo per pigrizia.

mich ha detto...

a cenere', fatti un paio di stivali mezza gamba che ti fanno sentire una dia!

sgaran ha detto...

ehi..la cosa del treno me l'hai rubata..e cmq pure trenitalia è inaffidabile.. credimi ;)

the muffin woman pat ha detto...

alberto
alberto se includi colazione, pranzo e cena e merenda ovviamente dimmi dove devo firmare:)
sai che mi hai dato una bella idea?

anonimi
vi ordino di identificarvi.
mi è sempre piaciuta sta frase.
la devo dire più spesso:)

mich
lascia perdere che sono già in crisi per la collezione invernale delle scarpe

sgaran
non era così la tua cosa del treno.
sgaran proviamo a muoverci in nave.
no cazzo dico, i marinai peggio ancora.
proviamo mhmh bici?
ah no.
mhmh moto?
nemmeno
mhmh ci restano i pattini

wondermamma ha detto...

Scoperte grazie al tefpow di Eppi...
Devo dire MITICHE!
Concordo in pieno sulla sòla.
Wondermamma

Taglia ha detto...

Preferisco di gran lunga questo finale a quello della favola originale, che è stronzo (se posso permettermi il francesismo) e ipocrita (l'originale eh). Il tuo invece dà proprio spessore a tutta la storia. Mi piace :D

Cappellaio Matto - Lepre Marzolina ha detto...

Cenerè ascoltaammmmè;
lascia perdere il Principe Azzu ed il Cuoco Reale... uno è sicuramente gay represso (quanto spreco quando uno non sa esser se stesso!!)e l'altro è solo un fastidioso bruscolino nell'occhio del tuo orgoglio di donna possessiva...
cercati piuttosto uno piu' simpatico tipo il Gatto con gli stivali!
Mi raccomando però: sta lontana da Peter Pan (che non è affidabile nelle relazioni a lungo termine);non credere a Pinocchio (è un gran contaballe!) rifuggi il Lupo Cattivo(che fondamentalmente è troppo stronzo e troppo spocchioso) e non ti fidanzare con Pollicino (che dicono sia uno che è meglio perderlo che trovarlo!!)
Fammi poi sapere come è andata...

il cappellaio

acrimonia ha detto...

(Sono approdata qui grazie al TEFPOW di Eppi :))
Cherrobba. Io Cenerentola non l'ho mai sopportata, ora me l'hai resa decisamente più simpatica!! :D

Elena ha detto...

Anch'io sono approdata grazie a Eppi! Che meraviglia, ragazze, i vostri blog... mi state aprendo un mondo! Buon proseguimento di scrittura, e grazie delle risate. Non potrò più vedere Cenerentola con gli stessi occhi.