lunedì, febbraio 11, 2008

cose da matti

Io credo che siamo tutti un pò matti. Non so come spiegare questo concetto. E' che ognuno di noi ha delle fissazioni e dei modi di fare che per gli altri sono considerati non normali, innaturali, e quindi "da matti". A me lo dicono spesso che sono matta, e forse finirò per crederci. Io dico solo che per l'esperienza di vita che ho accumulato fino ad ora ho sviluppato un certo tipo di comportamento. Ho le mie manie, i miei atteggiamenti poco chiari, che spesso vanno a cozzarsi con quelli di chi mi sta intorno. Ma non vuol dire che quello che faccio io è meno giusto di quello che fanno gli altri. Alla fine i matti, quelli "veri", ho sempre pensato che fossero persone che nel bene e spesso purtroppo nel male, fanno tutto quello che gli viene in mente, senza osservare le regole. Hanno le loro regole e rispettano solo quelle. Anzi infrangono pure quelle. A me ogni tanto viene voglia di fare così, ovviamente nel piccolo piccolo. Però se tipo vedo uno sconosciuto con l'etichetta che spunta dalla maglia non resisto e devo mettergliela a posto. Lo faccio sempre. Prima cerco di trattenermi, ma poi non resisto. Altre volte nel quotidiano, quando la gente mi parla, o interagisce con me, mi vengono in mente mille cose che vorrei fare o dire, come tante strade parallele che potrebbe prendere quella situazione se facessi o dicessi...qualche volta lo faccio, come spinta da una forza misteriosa, per vedere come va a finire.
Quando vivrò da sola, la prima cosa che farò in casa mia sarà una cosa da matti. Non so ancora cosa. Magari incollerò una sedia al soffitto. O forse, semplicemente metterò la biancheria intima in bagno, che trovo sia assolutamente comodissimo. Forse siamo troppo abituati a comportarci come ci si dovrebbe comportare, senza seguire quello che invece vorremmo davvero fare. Ma come si fa quando devi interagire con milioni di persone. Rischi di isolarti, di rimanere solo.
Questi concetti mi fanno uscire di testa.

17 commenti:

sottiletta ha detto...

per questo mi arrabbio. perchè uno cerca di essere se stesso e invece cozzi cmq contro la personalità degli altri e non sei mai contento. e resti sola. ma come dico io, meglio sola che ipocrita.

sottiletta ha detto...

ps: come fai a ricordarmi vestita da scout non mi pare fossimo nello stesso gruppo...e cmq sia cancella quell'immagine triste dalla tua memoria! ti prego!

Punzy ha detto...

Cara Pat, l'elenco completo e puntuale delle mie manie farebbe impazzire l'analista di Woody Allen.
Te ne elenco alcune:
prima di uscire controllo 106 volte di aver chiuso il gas. Poi chiudo la porta con 72 mandate, chiamo l'ascensore e riapro la porta per controllare il gas la 107a volta.
Dormo con la luce accesa per paura dei fantasmi ( i ladri mi fanno un baffo ma i fantasmi mi terrorizzano)
Non ho filtri tra la bocca e il cervello, prima che possa ordinare alla mia bocca di tacere in genere lei ha sganciato bombe che creano immani disastri diplomatici. Questo quando non ho la sindrome premestruale :)
A casa mia, come cosa assurda e fuori dagli schemi , ho appeso un pouff al muro...per terra vicino al divano era cosi' "solito"...

the muffin woman pat ha detto...

non so ti ricordo così. forse abbiamo fatto qualche attività insieme. bo.mi ricordo pure la tua voce.

è troppo difficile essere se stessi. che poi, cos'è l'essere se stessi?

punzy: in realtà pure io ho paura dei fantasmi, ma non riseco proprio con la luce accesa. in compenso uso la tapparella tirata su.
ieri sono stata 10 minuti a guardare dallo spioncino.

sottiletta ha detto...

pat ma sei sicura? e se mi vedi in giro mi riconosci? perchè io un paio di volte ti ho visto, tu mi hai guardata ma non so se perchè mi hai riconosciuta.cmq abbiamo degli amici/conoscenti in comune ( a parte enzo)

vale ha detto...

per esempio vale la disoccupata che segue a fatica il blog.

punzy vorrei aggiungere alla tua lista dell'odio la telecom e il digital divide.

sottiletta ha detto...

perchè vale, conosco pure te?

sottiletta ha detto...

perchè vale, conosco pure te?

Punzy ha detto...

E quando la gente mi chiede: ma perchè hai appeso quel pouff al muro? io gli rispondo: quale pouff?

the muffin woman pat ha detto...

cos'è il digital divide?
telecom merda.
sottiletta è possibile che io ti abbia guardata, riconosciuta e non salutata perchè ero con la testa fra le nuvole.
comunque è figo perchè quando incontri i personaggi del blog, è come incontrare i personaggi dello spetttacolo. come fu per pag.

punzy, ieri ti volevo chiamare. secondo me avevo i fantasmi in casa :)

vale ha detto...

serena la mia caposquadriglia. forse. forse nelle volpi.;)

Punzy ha detto...

UUUH pat, non lo fare ti prego!!! io ho paura dei fantasmi pure per telefono!!!!
Sono una cagasotto.
Incredibile che,. in tutti questi anni che vivo da sola mai, nemmeno per una volta ho pensato che in casa mia potesse entrare un ladro...ma i fantasmi..quelli secondo me stanno tutti sotto il mio letto aspettando che spengo l'abat jour...

sottiletta ha detto...

vale, ma sei quella vale? oh siggnur guarda dove ti dovevo ritrovare! ma com'è sta storia!

vincEnzo ha detto...

W lo scautismo!
Hihihi..

the muffin woman pat ha detto...

sotti se vuoi te la presto per un pò:)

sottiletta ha detto...

enzo, ma che viva lo scautismo! sono stati gli anni peggiori della mia vita!!

vale ha detto...

si si son proprio io.