martedì, dicembre 04, 2007

sfogo#2

Cercherò di non finire nello specifico perchè non voglio utilizzare questo blog per fare polemica. Anche se un pò in realtà lo sarà. E chiedo scusa per questo.
Io odio le "giornate nazionali di.."
Un giorno solo all'anno in cui si pensa intensamente a qualcosa. Mi dispiace, ma io le ho sempre vissute così. Tante parole e pochi fatti. Non ho scritto questo post ieri perchè ero arrabbiata. E quindi sarebbe stato più polemico.
Ieri era la giornata nazionale del disabile. La chiamo così perchè non mi ricordo la dicitura esatta. Non mi frega nemmeno ricordarla, tanto il concetto è lo stesso.
Quando l'ho sentito per radio, m'è venuto un pò da ridere e ho pensato:-per me tutti i giorni è la giornata del disabile- Non so se scatenerò una polemica, ma quello che ha detto il Presidente della Repubblica non mi è sembrato niente di nuovo. Anzi, dalle "mie parti" si sostiene tutti i giorni. E' che non ti ascolta nessuno. E quando nessuno ti ascolta è brutto. Già lo è di solito. E mi arrabbio perchè capisco che ogni realtà ai margini è così, e il giorno dopo, cioè oggi, è tutto uguale a ieri e all'altro ieri, e sarà uguale a domani e a dopodomani.
Io ho la "fortuna" di vederle tutti i giorni queste cose di cui tanto s'è parlato ieri. Ma nemmeno troppo se n'è parlato.
Più che vederle di viverle.
Fine.

4 commenti:

Punzy ha detto...

Per polemizzare davvero perbene, dovremmo informarci su come si fa a indire una giornata nazionale di qualcosa e poi organizzare a raffica una serie di:
giornata nazionale degli inascoltati
giornata mazionale dei delusi dalla stampa
giornata nazionale degli inczzati del traffico
ecc ecc
io propongo la giornata nazionale della mozzarella di bufala e la giornata nazionale delle persone che somigliano alla mozzarella di bufala :)

Pat io scherzo non perche' l'argomento non sia serio, anzi..e' che io sono fatta cosi', quando m'incazzo sublimo con l'ironia..

the muffin woman pat ha detto...

fai bene infatti. anche io ho reagito così dicendo che per me è tutti i giorni la giornata del disabile.
io farei
la giornata nazionale dei lavoratori da 1000 euro al mese
la giornata nazionale dei trasporti pubblici
la giornata nazionale delle agevolazioni ai politici
la giornata nazionale dei programi interessanti alla tv (cazzo questa mi sa che non c'è verso)

Sbeps ha detto...

Patty io non sono d'accordo con te.
Queste cose sono come un nodo al fazzoletto.
Io neanche lo sapevo, perchè per qualcuno è più importante Meredith.
Io ti ribalto la frase e ti dico questo: per uno dei tuoi ragazzi, la "giornata nazionale del disabile" è un giorno come tutti gli altri.
Alla faccia di Napolitano.

the muffin woman pat ha detto...

i miei ragazzi non sentono la differenza, fortunatamente.Sono più le famiglie o chi gli sta intorno. A me da fastidio perchè sprecano un sacco di parole. E siccome mi sono sentita toccata nel vivo, quando ho sentito il pres dire quello che qui si sostiene da sempre, come se fosse una grande idea, mi sono arrabbiata. Beh ma sarà che io sono contro tutte ste "giornate" forzate in cui in un giorno solo tutti devono pensare a...
Il fatto che sia più importante meredith, purtroppo credo che dipenda da chi te lo dice. Perchè sempre l'altro ieri, era più importante che avessero affidato a una tigre dei cuccioli di maiale vestiti da tigre, e dei cuccioli di tigre a una mamma maiale (con relativo servizio) piuttosto che dire che alla fine di una partita di calcio fosse successo non so bene cosa, ma mi pare qualcosa di positivo, visto che la giornalista ha detto "il segno che bla bla si ripeterà bla bla" Già tanto che abbiano messo una foto della partita, che se no non si sarebbe capito nulla.