giovedì, novembre 15, 2007

Caro Babbo Natale,...

Caro Babbo Natale,

...scusa se ti prendo un pò d'anticipo, ma sai coi tempi che corrono in Italia....
Il fatto è che ieri ho trovato nella cassetta delle lettere condominiale(ora va di moda così)la pubblicità di Toys e così un brivido mi ha attraversato la schiena e una lacrimuccia mi si è appesa all'occhio destro. Ho provato a fare finta di niente evitando di aprire il foglio, ma quando poi ho visto alla Tv la pubblicità della CocaCola, ho capito che dovevo muovermi. Scusa se non ti ho più scritto, ma mi hanno fatto credere che non esistevi più. In effetti i miei regali degli ultimi 18 anni devono essere stati spediti alla persona sbagliata. Ma di questo non mi meraviglio...

Sai che io non ho mai avuto grandi pretese. Non ho mai chiesto la villa di Barbie con terrazza, tantomeno la Ferrari di Barbie (anche perchè ce le aveva già mia cugina); non ti ho mai chiesto Ken (rimediato con una barbie vestita da uomo a cui ho tagliato i capelli, poverina); non mi interessava avere ne il Dolce Forno, ne la macchina del gelato, ne il gameboy, ne Nouvelle Cuisine. Non mi fregava di avere tutte le videocassette originali di Walt Disney, nemmeno Babymia(anche perchè avevo una ottima imitazione, un pò limitata nel vocabolario e un pò più grassa), non volevo niente di tutto ciò.

Io ti ho sempre chiesto solo ed esclusivamente due cose:
E cioè: i pattini a rotelle a stivaletto, quelli bianchi da principessa (cazzo ce li ha pure la mia amica Vale), ma oramai ho comprato i roller al Lidl a 19euroe90. (usati n.2 volte)
E poi la cosa che ho sempre desiderato in assoluto, che sarei pure venuta a prendermela a casa tua, che forse non ti sarebbe nemmeno costata tanto, eraaaa....
....il Kit per fare le pulizie.


Oh che ti devo dire, ma quel mini mocho, con quella mini scopetta, la mini paletta, e le mini spugnette, e il mini carrello, e il mini secchiello, mi hanno sempre fatto impazzire.

Poi uno si domanda perchè non mi piace tenere in ordine la mia camera....
Ti metto anche una foto, così non puoi sbagliarti.



Con affetto,

8 commenti:

Make me smile ha detto...

Ma è per la casa dei sette nani oppure lo useresti per pulire una piastrella alla volta?

vale ha detto...

è il passato che piace.
bisogna staccarsi.

the muffin woman pat ha detto...

per giocare.

the muffin woman pat ha detto...

io non mi stacco. a me piace. alla mia bolla di vetro ho aggiunto uno strato di plexiglas.
prossimo strato vetro cemento.
vedi fuori ma non vedi bene.

Aiutante di babbo natale. ha detto...

Buongiorno.
Mi chiamo Reginaldo di Bufalino III e sono uno dei 1762 aiutanti nani di Babbo natale. Mi perdoni il Lei ma siamo obbligati a utilizzarlo nel momento in cui l'età dei bambini che ci contattano supera gli otto anni. Il signor Santa mi ha detto di comunicarLe di non scusarsi per l'assenza che tanto il suo nome è rimasto in elenco. Vede, il problema non sono le dicerie sulla non esistenza del signor Santa, quanto il fatto che purtroppo sempre meno case hanno il camino e, ancora peggio, sempre meno case hanno l'albero di Natale. Questa è una cosa che ci rende tutti quanti tristi perchè fare il nostro mestiere è sempre più complicato. Una volta, mi raccontava il dottor Santa, era emozionante vedere i bimbi tutti tremanti sotto le coperte che cercavano di sbirciare il nostro arrivo, per poi svegliarsi la notte e, camminando in punta di piedi, vedere se eravamo arrivati. Ora i genitori, per evitare scocciature, dicono che il dottor Santa non esiste così i bambini dormono. Altri tempi. Ci tocca accontentarci dei bambini grandi come Lei, che ancora ci danno credito.
Le regole di Babbo Natale, signorina, impongono però che lei scriva un "vorrei" qualcosa, le allusioni non possiamo accettarle.
Con affetto,

Reginaldo di Bufalino III

pag ha detto...

grandeeee Pat, uff... non ti avevo nemmeno riconosciuta! sono sempre abituato a vederti in un avatar di messenger :):) forse ti avevo vista già una volta ora che ci penso ma per pochi minuti, credo... non tiavevo nemmeno parlato! ma ti immaginavo diversa, davvero!

the muffin woman pat ha detto...

scusa pag, ma è stato come incontrare un personaggio famoso (al contario però perchè io n macchina e tu a piedi) in effetti ci ho pensato dopo che potevamo non esserci mai visti. eh oh tanto era la giornata delle figuracce:D

the muffin woman pat ha detto...

Signor Reginaldo per il Lei non si preoccupi perchè tanto oramai anche se mi sconvolge ogni volta, ci sto facendo l'abitudine.
si è cero a casa mia non c'è il camino. ma alla prossima assemblea condominiale proverò a dirlo all'amministratore. per l'albero mi spiace ma noi lo facciamo sempre. Sempre lo stesso albero e sempre le stesse palline un pò consumate. E pure il presepe. Anche se ogni anno non so come mai spariscono delle pecore.
Vabbè questo non volevo raccontarglielo perchè ho un orgoglio (allora pure ma era l'orgoglio di una bambina, ma un anno lasciai una lettera per il signor Santa apppoggiata all'albero e non può immaginare la Delusione nel ritrovarla li la mattina. Ricordo che mi alzai prima di tutti e niente regalo. Le assicuro che fu un esperienza bruttissima, che nessun bambino dovrebbe provare. (la delusione intendo). Così ritornai a letto pensando che magari il signor Santa era solo un pò in ritardo. Poi quando mi svegliai la ritrovai di nuovo li. Allora la presi, la strappai e la buttai nel bidone(quello misto, ancora non c'era la differenziata) e si sporcò si sugo.