lunedì, luglio 14, 2008

Quello che sento

A me piace l'estate perchè posso dormire con la finestra aperta.
Quando abitavo al 5° piano tenevo tutto aperto, pure la tapparella.
A volte mi giravo al contrario nel letto per vedere il cielo con le stelle e la luna.
Ora che abito al 1° piano tengo solo la finestra aperta, ma chiudo le persiane.
Solo per evitare che ignoti magari si introducano nel mio appartamento. Non che ci sia chissàche da rubare...
Mi piace stare con la finestra aperta perchè così due volte alla settimana posso sentire il rumore del camioncino che fa il lavaggio strade. E' un rumore che mi piace da impazzire. Sentire quel misto di spazzole e spruzzi accompagnato dalla luce arancio che a intermittenza illumina la strada. Mi piace sentirlo passare una volta e poi aspettare che torni indietro. Aspetto il camioncino e poi posso addormentarmi felice. E' solo un pò meno divertente quando mi ricordo che la mia macchina è parcheggiata in quella strada e quindi devo scendere all'una di notte in pigiama.
Ci sono altri rumori che mi piacciono.
Tipo il rumore del treno. Infatti mi piacerebbe abitare vicino alla ferrovia. Una volta a Genova mi sono trovata in un b&b e quando ho aperto la finestra e ho visto che dormivamo sui binari ho fatto i salti di gioia. Un pò meno la notte visto che passava un treno ogni 5 minuti.
Con il silenzio della notte riesco sentire il rumore del treno da casa mia nuova, però è troppo lontano. Quando c'era la caserma piena di militari da casa vecchia sentivo pure il suono del Silenzio.
Mi piace anche il rumore della pioggia sul tetto della macchina o simili quando inizia a piovere.
Era un rumore che amavo quando dormivo in tenda agli scout. C'era solo un telo che ti separava dalla tempesta eppure ti sentivi al sicuro. Sentire le goccioline che ad un ad una cadono sopra la tua testa, dentro al sacco a pelo è meraviglioso.
Un altro rumore che mi sballa è quello della retromarcia, soprattutto se è una retromarcia lunga. Tipo se uno deve fare un pezzo di strada lunghissimo all'indietro io sono felice.
E poi mi piace sentire il rumore delle stoviglie all'ora di cena, d'estate, quando tutti mangiano con le finestre aperte; o il rumore del caffè che esce dalla caffettiera, e i pop corn quando iniziano a scoppiare e il ding dong del campanello, e il driiin dei vecchi telefoni.

Invece un rumore che proprio non sopporto è il rumore delle posate sfregate le une contro le altre o contro i denti. Mi vengono i brividi, la nausea e nei casi estremi mi sento come se dovessi svenire. Vabbè lì lo faccio per fare le scene:)
Anche il suono del trapano del dentista. Lì potrei svenire davvero però.
E il rumore che faceva L'Allegro chirurgo quando si sbagliava. Bzzzz
Poi detesto il ticchettio dell'orologio. E gli uccellini che cinguettano. E le porte che sbattono quando c'è corrente.
Generalmente tutti i rumori costanti. Perchè mi distraggono.
Risucchiano il mio cervello e la mia attenzione in un vortice.
Visto che non sono già abbastanza distratta...

4 commenti:

sottiletta ha detto...

pat tu ti droghi secondo me! :-)

the muffin woman pat ha detto...

...magari...
non riesco manco piu' a fumare una sigaretta.

Punzy ha detto...

A me piace il rumore del camion della munnezza, perche' significa che finalmente la stanno levando dalla strada :)

Punzy ha detto...

A me piace il rumore del camion della munnezza, perche' significa che finalmente la stanno levando dalla strada :)