lunedì, marzo 16, 2009

Pazzo come una lepre a marzo


Eh lo so che sono le due passate, ma se non lo appunto da qualche parte, domani crederò di aver sognato.
Io sono distratta, perennemmente distratta.
Vivo dei salti spazio temporali in continuazione, mentre ascolto, mentre parlo.

Quando sto in porta, se aprono la porta (del pallone nel campetto in cui giochiamo) mi giro per vedere chi entra.
Se mi parli, io ti guardo, ma vedo anche dietro di te, quella cosa sfuocata...ecco no, ora la metto a fuoco, ma ti sfuochi tu, oddio prendi fuoco, chiamiamo i pompieri, ma dov'è la caserma nuova, la caserma di fronte casa, chissà cosa c'è dentro ora, e perchè l'hanno fatta gialla, giallo pulcino, già vero è quasi Pasqua, a me non piace molto, oh no la messa, ma dove le ho messe, le chiavi della macchina, che è parcheggiata chissà dove...si scusa, dicevi?

Sono ditratta perchè mi sono accorta dopo due anni che il ragazzo con cui ballavo aveva il pizzetto; mi sono accorta dopo 4 anni che mio cognato ha il pizzetto; perchè ho perso 4 giacche, forse 5, una bicicletta, le chiavi, la borsa...ultimo smarrimento...un borsone fuxia e chissà che c'era dentro.

Sono distratta, ma stasera,
stasera in macchina, freccia, giro a destra, svolto l'angolo, rallento, il semaforo è rosso.
Vedo muoversi qualcosa in quello sbaglio di giardinetto che c'è vicino alla strada.
C'è il vento, ma non è un foglio.
E' buio tra l'erba. Sarà un gatto.
Un gatto con le orecchie lunghe.
Metto le 4 frecce e chi se ne frega, scendo e mi avvicino. Piano.
Ci guardiamo.

COOOSA CI FA UNA LEPRE IN CITTAAA'?
Sorrido da morire.
Una piccola mervigliosa lepre mi sta dicendo che ci siamo quasi, che sta arrivando la primavera.
Mi sussurra "Non mollare dai, è quasi fatta!"
Faccio un altro passo avanti.
Arriccia il naso come mi sono sempre immaginata potesse fare il muratorino del libro Cuore.
"Prova a prendermi" e fugge nel cespuglio.
Una lepre in città.
Ora rido.
Rido da morire.

da Wikipedia:
Sotto l'aspetto etologico le lepri sono animali solitari (vivono al più in coppia), non costruiscono tane sotterranee ma sfruttano depressioni del terreno o protezioni naturali preesistenti fra la vegetazione.

Nessuna specie di lepre è mai stata addomesticata...

...In Irlanda, la lepre è il corrispettivo del gatto nero, ed accompagna le streghe nelle loro azioni, mentre dall'altro lato del canale di San Giorgio le stravaganti esibizioni riproduttive di questi animali hanno dato adito al detto "mad as a march hare" (pazzo come una lepre a marzo): la stessa Lepre Marzolina del romanzo di Lewis Carroll Alice nel paese delle meraviglie è ispirata a questo adagio.

E rido ancora.
Rido da morire

11 commenti:

Balza ha detto...

Hihihih :)))

Lepre di stanotte ha detto...

ma cosa pensavi?!?di riuscire a prendermi?!non sono mica un manichino di Terranova....

Astor ha detto...

Il fatto che io ne abbia incrociata una sabato, mentre passeggiavo con degli amici, mi fa ridere ancora di più:)

the muffin woman pat ha detto...

balza per lo meno tu abiti fuori città:)

lepre, no che non pensavo di prenderti. e chi ti rinchiude:)

astor ti adoro quando mi capisci :)

Luz ha detto...

Meravigliosa lepre marzolina! Lo sai che hai assistito a qualcosa di fantastico? Portala nel cuore questa immagine, vedrai che ti farà sorridere ancora e ancora. Del resto solo una persona speciale può incontrarsi con il personaggio di una fiaba, non ti pare?

the muffin woman pat ha detto...

cavolo luz sto continuando a pensarci e continua a venirmi da sorridere. ma poi è stato magico. i colori, gli odori della città. mi sembrava infatti di essere dentro una fiaba:)

Minu ha detto...

io ne ho vista una che correva in tondo in una rotonda...

the muffin woman pat ha detto...

minu speriamo che le abbiano dato la precedenza:)))

Punzy ha detto...

haem, qui nell'urbe se qualcosa ti saltella davanti non é certo una lepre..

Angelo azzurro ha detto...

L'avvistamento in città ha decisamente del miracoloso, direi! Chissà da dove diavolo arrivava???

the muffin woman pat ha detto...

punzy anche a me hanno fatto credere fosse un gatto, ma giuro era una lepre.

angelo azzurro secondo me era un personaggio di una fiaba. per forza. tipo il bianconiglio.
domani vado a cercarla.:)